Benvenuti nel sito della rivista Nessun Dogma

Ogni due mesi vi racconteremo l’impegno di uomini e donne, giovani e no, dell’Uaar e non solo. Sessanta pagine dedicate a chi vuole cambiare il mondo per renderlo più laico, più umano, più assennato. Con gli approfondimenti, le interviste, le storie che non trovate altrove. Oggi. Perché siamo proiettati sul futuro. Per renderlo realtà.

Perché proteggere gli umanisti a rischio nel mondo

Giugno 2014. Immaginate di essere un giovane trentenne di nome Mubarak, nato e cresciuto a pane e islam nello stato di Kano, una roccaforte musulmana nel nord della Nigeria. Dopo un travaglio interiore di dieci anni, trovate finalmente la forza per fare coming out e dichiarare la vostra apostasia. Sapete bene che la sharia prevede la pena di morte per quelli come voi – i murtadeen, gli apostati – ma voi ormai sentite che è venuto il momento di fare questo passo. Vi rivolgete quindi a vostra madre, dichiarandovi in un sol colpo ateo, umanista ed ex-musulmano…

Da re del Porn groove a presidente del Mensa. Intervista a Immanuel Casto di Paolo Ferrarini.

Dal novembre del 2019, Manuel Cuni è presidente del Mensa Italia, associazione internazionale formata da soci con un Qi elevato che ha tra i vari obiettivi la promozione e diffusione del pensiero critico. Nei panni di Immanuel Casto, il poliedrico artista (cantante, compositore, performer, game designer) spopola in Italia da circa 15 anni, amato in particolare dalla comunità queer per i contenuti brillantemente satirici, spudoratamente osé, a volte controversi, delle sue canzoni, dei suoi video e dei suoi giochi da tavolo…

Perché proteggere gli umanisti a rischio nel mondo

Giugno 2014. Immaginate di essere un giovane trentenne di nome Mubarak, nato e cresciuto a pane e islam nello stato di Kano, una roccaforte musulmana nel nord della Nigeria. Dopo un travaglio interiore di dieci anni, trovate finalmente la forza per fare coming out e dichiarare la vostra apostasia. Sapete bene che la sharia prevede la pena di morte per quelli come voi – i murtadeen, gli apostati – ma voi ormai sentite che è venuto il momento di fare questo passo. Vi rivolgete quindi a vostra madre, dichiarandovi in un sol colpo ateo, umanista ed ex-musulmano…

Perché proteggere gli umanisti a rischio nel mondo

di Giovanni Gaetani

Essere umanisti in Pakistan

a cura di Giorgio Maone

Alla sinistra del padre, anzi del papa

di Valentino Salvatore

Laicità, quel supremo principio mai nominato

di Massimo Maiurana

Il Pride all’epoca della pandemia

di Andrea Ruggeri

«Credo in quello che vedo e voglio agire per cambiare quello che vedo e che non mi piace»

Intervista di Anna Bucci a Manuela Casamento

Ecco come Joe Biden può convincere gli elettori atei

di Hemant Mehta

Osservatorio laico

a cura di SOS Laicità

Un giro del mondo umanista, due mesi alla volta

di Massimo Redaelli

Impegnarsi a ragion veduta

di Roberto Grendene

Quando il migrante è ateo

di Adele Orioli

Due mesi di attività Uaar

di Cinzia Visciano

Laicità ieri, oggi e domani. Una chiacchierata con il prof. Odifreddi e il segretario Uaar

a cura di Manuel Bianco

Ricordo di Giulio Giorello
Ricordo di Carlo Flamigni

Rassegna di studi accademici

a cura di Leila Vismara

Ateo, agnostico, laico, non credente: parole “forti”?

di Micaela Grosso

Presentazione di Filosofare con i bambini? A scuola si può! Quando lasciavo i miei studenti liberi di filosofare

di Rosanna Lavagna

Da re del Porn groove a presidente del Mensa

Intervista a Immanuel Casto di Paolo Ferrarini

«I Monty Python hanno fatto avanzare la libertà di espressione!»

Intervista a Terry Gilliam di Frédéric Vandecasserie

Proposte di lettura

Arte e Ragione

di Mosè Viero

Agire laico per un mondo più umano